Archivi per la categoria ‘Tradizioni & Cultura’

Curiosità e superstizioni sul matrimonio. Seconda parte

Continuiamo la nostra carrellata, come abbiamo già detto assolutamente inesaustiva, sulle curiosità e sulle superstizioni che ruotano intorno al mondo del matrimonio.

Alcune sono veramente singolari.

Ed allora, amici di abitidasposablog.it accingiamoci in questo secondo cimento.

E’ un buon segno se la sposa si sveglia il mattino del matrimonio al canto degli uccelli; e anche se scopre un ragno nascosto dentro le pieghe del vestito!

 

La seconda parte, quella relativa alla scoperta dell’arachnide sarà pur favorevole, ma fa un po’ impressione.

  • Gli sposi non si devono vedere prima dell’ ingresso in chiesa o al comune. La tradizione dice altresì che non devono sorridersi. Dal dì della cacciata di Adamo ed Eva sembra tabù essere contenti.
  • La sposa non deve piangere prima del matrimonio, solo dopo. Se piange è una strega !! Mah! Leggi il resto di questo articolo »

Curiosità e superstizioni sul matrimonio. Prima parte

Chi non ha mai sentito l’adagio di Venere o di Marte non si sposa e non si parte?
Alzi la mano chi non ha mai detto o pensato Sposa bagnata sposa fortunata?

Essendo un momento, personale e sociale, cruciale, il matrimonio, in ogni parte del mondo è fortemente intriso di rituali, formule, regole non dette, curiosità e – perché no? – anche di mera e semplice superstizione.

Ci si potrebbero scrivere saggi interi su questi rituali, ma non è questo lo spazio né il tempo adatto per una impresa che, a prima vista, pare non meno che titanica.

Con questo post noi di abitidasposablog vogliamo fornire una rapida, ed inesautivissima, panoramica su alcuni luoghi comuni legati al mondo dei matrimoni e degli sposini.

Tenetevi forte perché, ne sono sicuro, ne leggerete delle belle.

Alors, dunque, accingiamoci al cimento.

Cominciamo dai mesi: Leggi il resto di questo articolo »

Superstizioni e tradizioni sull’abito da sposa…

Le spose che desiderano fare un matrimonio all’insegna della felicità e della fortuna, devono tener conto del rispetto di una serie di tradizioni e credenze popolari.
La tradizione vuole che la sposa porti con se il giorno del matrimonio alcune cose che l’aiuteranno nell’andamento del matrimonio.

E Precisamente:

Una cosa prestata, che può essere un oggetto simbolico ad esempio un accessorio da mettere nei capelli, ad indicare l’affetto che la sposa vuole dimostrare ad una persona cara (ad esempio, una sorella o un’amica o perché no la mamma!) e quest’affetto rimarrà anche dopo il matrimonio.

Una cosa regalata, a ricordare l’affetto e la partecipazione dei familiari, parenti e amici,  alla felicità dei futuri sposi e alla garanzia di collaborazione con i futuri sposi, e la cosa regalata potrebbe essere proprio l’abito da sposa.   Leggi il resto di questo articolo »

L’abito da sposa bianco è…una moda recente

L’abito di colore bianco è una “invenzione” moderna, molto moderna se rapportata alla millenaria storia delle unioni. Fa sempre un po’ scalpore e desta qualche vocina, soprattutto, spiace dirlo, nei paesini dell’Italia del Sud, una ragazza che non sceglie un abito da sposa di bianco virginale, ma occorrerebbe spiegare che la “moda” dell’abito bianco ha meno di duecento anni essendosi affermata in maniera forte e sostanziale dall’800 in poi a simboleggiare, insieme al velo, verginità e purezza.
E prima? Ci si metteva un abito “buono” ma non c’era, specialmente per le classi meno abbienti, un vero e proprio abito da sposa. I ricchi si facevano confezionare degli abiti da sposa, ma i gusti erano vari ed il colore non era unico. Ancora oggi l’abito da sposa bianco è una moda occidentale e tutt’altro che universale. In Cina, più ieri che oggi, e in India, ancora oggi, ci si veste o vestiva di rosso.
E trattasi di due popolazioni molto numerose non trovate?
Nell’Oceania, con l’eccezione di Australia e Nuova Zelanda, usano i loro colori tradizionali; così come in gran parte dell’Africa Nera. Il bianco per l’abito da sposa è allora largamente di casa solo in Europa e nelle Americhe.
Ma se andiamo un po’ indietro negli anni troviamo delle cose interessanti anche da queste parti.
Le spose dell’antica Roma indossavano abiti da sposa ante litteram, il latino è d’obbligo, addobbati con veli gialli e arancione.
Le donne longobarde indossavano, come abito da sposa, delle tuniche nere. Bello vero?
Nel medioevo e nel Rinascimento gli abiti da sposa erano Leggi il resto di questo articolo »

Matrimonio in Polinesia a Bora Bora con rito Te Ruau

La Polinesia è una delle località in testa ai desideri delle coppie che desiderano un matrimonio non convenzionale ma non per questo meno suggestivo, romantico ed emozionante.
Una terra ed un mare carichi di promesse d’amore, di emozioni; uno spazio portato a noi dagli intrepidi marinai olandesi, francesi, spagnoli, inglesi e portoghesi che, per primi, arrivarono da quelle parti.
Non in tutte le parti del mondo i matrimonio celebrati sono poi validi per la legge in Italia. la Polinesia francese è uno dei posti dove il matrimonio contratto è poi perfettamente legale anche in Italia. La cerimonia polinesiana è molto romantica e suggestiva, specialmente quella che usata a Bora Bora e chiamata dagli indigeni TE RUAU. Come si svolge questo tipo di cerimonia?
Gli sposi si presenteranno, dopo essere arrivati separatamente sulla spiaggia scelta e addobbata di fiori a bordo delle tradizionali canoe, vestiti con il tradizionale pareo, davanti al maestro di cerimonia; questi porrà sulle loro teste corone di fiori freschi. Il loro arrivo sarà accompagnato dai moderni imenei, più precisamente da canzoni polinesiane e danzatrici sensuali.
Indi, su una spiaggia bianca ricoperta da fiori e palme da cocco ed impreziosita dalla maestosità sullo sfondo del monte Otemanu, il maestro di cerimonia benedirà e celebrerà la loro unione secondo i riti e la tradizione del Te RUAU di Bora Bora.
Agli stessi verrà dato un nome polinesiano, qualcosa del tipo fiore dischiuso e gambo verde, che sarà scritto nel certificato di matrimonio su una foglia di “tapa”. Altri canti accompagneranno i novelli sposi nel loro bungalow dove troveranno un vassoio di frutta tropicale e un letto di petali.
Vi piace la cerimonia polinesiana ed il matrimonio nella Polinesia francese?

Abito da sposa rosso per Breton. Un modo per aggredire il mercato cinese?

Su abitidasposablog, il blog dedicato al mondo del matrimonio ed agli abiti da sposa, ci occupiamo di tanto in tanto anche delle curiosità legate a questi mondi. Lo stilista Malan Breton, nome francese, ma taiwanese di nascita e cultura, ha presentato per la collezione autunnale di OUI for Mattinson un abito da sposa rosso, ma non le nuance rosse che siamo soliti vedere bensì proprio un rosso fuoco, acceso, eccitante. Naturalmente questi abiti, – come vogliamo chiamarli? – non convenzionali attirano di più l’attenzione, scopo poi di ogni creazione artistica e stilistica, ma non per questo sono più belli e, dal punto di vista del taglio, più creativi e arditi di quelli bianchi. Malan Breton ha scelto come modella per presentare il suo abito da sposa rosso la modella ed attrice, non più giovanissima (va per i 44 anni), Irina Pantaeva. La modella (nella foto mano nella mano con Malan Breton) è stata accolta, in ginocchio, da Baron Leandro (primo da sinistra nella foto), un amico dello stilista Malan. Mi sorge un dubbio.
Non è che Breton ha scelto Pantaeva per il suo aspetto?
La modella è russa,  ma ha i tratti delle donne siberiane e della mongolia. E che c’entra direte. Vi ricordo che in Cina il colore nuziale non è il bianco virginale occidentale ma il rosso della passione e del sangue. E’ stata una scelta, il colore ed il modello, orientata ad aggredire il mercato cinese? Può darsi. Ed allora non possiamo non dire ai nostri stilisti e creativi di fare altrettanto e di tenere conto delle tradizioni globali, soprattutto di quelle delle nazioni emergenti.

Seguici su…
Cerca il tuo atelier!

clicca sulla regione per scoprire l'atelier più vicino a te!
Valle d'Aosta Piemonte Liguria Lombardia Trentino Alto Adige Veneto Friuli Venezia Giulia Emilia Romagna Toscana Umbria Lazio Marche Abruzzo Molise Campania Puglia Basilicata Calabria Sardegna Sicilia

© 2017 Abiti da sposa Blog is developed by Puntocomunicazione