Archivi per la categoria ‘Classici’

Abito da sposa corto

Più o meno tutte le donne fin da bambine sono state abituate a pensare che l’abito da sposa debba essere per forza lungo, sontuoso e principesco.

Generalmente si pensava che l’abito corto fosse più adatto ad un matrimonio civile oppure ad un secondo matrimonio.

Invece, col passare del tempo le spose che decidono di indossare un abito corto, sia che decidano di sposarsi in Chiesa o al Comune sono numerose.

Per quanto riguarda i modelli anche per questi abiti si può spaziare molto, si trovano in commercio abiti a tubino, tailleur, abiti stile retrò, con gonne a ruota degli Anni ’50, a bustino con scollature a cuore, senza bratelline, a corpetto con gonna a palloncino, insomma sono molteplici i modelli anche per gli abiti da sposa corti.

Questi abiti si possono valorizzare con accessori particolari come guanti corti , cappelli con veletta e cerchietti o fiori tra i capelli.
Per quanto riguarda i tessuti usati per gli abiti, sono i classici tessuti in seta, chiffon, raso e  possono essere abbelliti con dettagli in strass, perline o svaroski. Leggi il resto di questo articolo »

Abito da sposa stile palloncino

Sappiamo bene che per una futura sposa la scelta del modello dell’abito è un elemento da non sottovalutare, in quanto sono davvero numerosi i modelli di abiti da sposa oggi in commercio.

Bisogna scegliere tra gli stili, i tagli e le tipologie di abiti studiati proprio per soddisfare i gusti e le esigenze anche della sposa più esigente che nel giorno del matrimonio vuole valorizzare la sua bellezza, la sua figura e il suo portamento.

Oggi vogliamo soffermarci su uno stile per gli abiti da sposa davvero particolare: lo stile a palloncino.

Per questo stile si intende un abito da sposa aderente sul busto che si allarga nella parte inferiore, la gonna è arricciata e l’orlo rigonfio dà l’effetto del “palloncino”.

I materiali più usati per questo modello di abito da sposa sono organza, taffetà e gazar. L’abito a stile palloncino può essere impreziosito con pizzo o con ricami particolari, sul corpetto possono esserci applicate delle perline oppure dei piccoli swaroski. Leggi il resto di questo articolo »

Abiti da sposa a bustier alla ribalta!

Sono passati un paio di mesi dal matrimonio di William e Kate, e molte ragazze in procinto di sposarsi stanno cercando un abito simile a quello di Kate, ormai abbiamo letto la descrizione di questo abito tante di quelle volte che sicuramente chiudendo gli occhi riusciamo a vederlo!

L’abito da sposa di Kate Middleton era in seta, con gonna ampia ricamata sul fondo e un bustier con una scollatura a cuore doppiata da pizzo macramè che ricopriva anche le braccia. Indossava un leggero velo di tulle, con bordi in pizzo ricamato.

In molti hanno notato che l’abito di Kate ricordava quello indossato dalla Principessa Grace di Monaco nel giorno delle sue nozze con il Principe Ranieri.
Al giorno d’oggi è tornato alla ribalta l’abito dal sapore antico e dal fascino d’altri tempi, proprio come quello di Kate, quindi, stiamo assistendo ad un vero e proprio fenomeno di costume e sempre più spose vanno alla ricerca di questi abiti romantici.
L’elemento che ci riporta alla mente questi abiti è sicuramente il bustier, soprattutto se realizzato nella versione semirigida, con stecche e nervature che ricordano quelle dei corsetti di una volta, semplici e lineari oppure ricoperti di strass e perline.

Il bustier è considerato adatto sia agli abiti ampi e vaporosi che donano alla sposa un’aria principesca, sia agli abiti lunghi e stretti, a sirena, che aiutano ad addolcire la linea e donano alla sposa un’aria da star hollywoodiana.

Leggi il resto di questo articolo »

Il matrimonio e l’abito da sposa di Grace Kelly

Manca qualche mese al matrimonio tra Alberto di Monaco e Charlene Wittstock e non si può fare a meno di pensare al matrimonio dei genitori di Alberto di Monaco: Grace Kelly e il principe Ranieri di Monaco.

I due annunciarono ufficialmente il loro fidanzamento il 5 gennaio del 1956, la cerimonia civile avvenne il 18 aprile 1956 e fu seguita da un party per l’intera popolazione adulta del principato: 3000 invitati, 3000 fette di torta nuziale.

Il mattino seguente il corteo nuziale raggiunse la cattedrale di San Nicola, addobbata con ortensie bianche, gigli e lillà, per la celebrazione del rito religioso, la damigella d’onore era la sorella di Grace Kelly.
L’abito da sposa che indossava Grace Kelly era stato disegnato dalla stilista di scena dell’ultimo film che interpretò l’attrice-principessa, Helen Rose. Leggi il resto di questo articolo »

Un po’ di storia sull’abito da sposa

 abito da sposa storia stile imperoDa sempre e in quasi tutte le culture l’abito da sposa rappresenta uno degli elementi più importanti della cerimonia.
Ma torniamo un po’ indietro nel tempo per scoprire un po’ le origini dell’abito da sposa.

Le donne egiziane portavano una gonna lunga, ricoperta da una sopraveste trasparente e sul capo un fazzoletto rigato e piegato dietro le orecchie.
Nell’antica Grecia le spose indossavano tuniche candide, a quel tempo il bianco simboleggiava la gioia, non verginità e purezza.

Le spose  romane erano avvolte invece da veli gialli e arancioni.
Le spose longobarde vestivano solo una tunica nera, mentre le spose bizantine delle classi più ricche indossavano vesti di seta rossa con ricami in oro e pietre preziose.
Nel Medioevo e nel Rinascimento gli abiti nuziali erano molto colorati, perché sarebbero stati indossati anche in seguito. Leggi il resto di questo articolo »

L’abito dello sposo: quanto è difficile scegliere!

L’abito da sposa come piace pensare a noi donne  è il centro di tutta la cerimonia ma sappiamo che ultimamente non è così.
Partiamo con lo sfatare il vecchio detto  secondo il quale per l’uomo la scelta dell’abito per la cerimonia è più semplice.

Non è vero che un  vestito vale l’altro, dovete scegliere il colore, la taglia, la cravatta o il farfallino, la scarpa lucida o quella opaca.
C’è un’infinità di abiti tra cui scegliere: doppiopetto, completo a due pezzi o a tre pezzi, giacca dritta, smoking, oppure la redingote, senza dimenticare l’abito ritornato di moda con la serie romanzo criminale, il dandy.

Il dandy, per gli amanti dell’eleganza è composto da una giacca con i lembi arrotondati, aperta sulle gambe e che si porta di giorno.
Un’altra particolarità di questo tipo di abito è lo spezzato: con una giacca grigia si porta tradizionalmente un pantalone nero, mentre con una giacca nera solitamente si sceglie un pantalone grigio.
Immancabile il gilet e il colore, in questo caso, dipende dai gusti.
Il tight è il dandy da sera. La giacca è la stessa, ma non c’è più lo spezzato.
La redingote è una giacca lunga fino a metà coscia, viene accompagnata da un gilè e a volte da un cilindro.
Il completo a due pezzi è senza dubbio il più gettonato per il matrimonio, anche perché presenta il poco trascurabile vantaggio di poter essere usato in altre occasioni.
Lo smoking è un abito da sera, si tratta di un vestito nero con giacca dritta o in croce con rovescio di seta e il pantalone può avere anche i bordi di seta.
Quindi cari uomini forza e coraggio e  non dite che scegliere è facile… qualcuno continua a credere, che per gli uomini sia più facile scegliere l’abito per il giorno delle nozze, niente di più sbagliato…

Seguici su…
Cerca il tuo atelier!

clicca sulla regione per scoprire l'atelier più vicino a te!
Valle d'Aosta Piemonte Liguria Lombardia Trentino Alto Adige Veneto Friuli Venezia Giulia Emilia Romagna Toscana Umbria Lazio Marche Abruzzo Molise Campania Puglia Basilicata Calabria Sardegna Sicilia

© 2017 Abiti da sposa Blog is developed by Puntocomunicazione