Curiosità e superstizioni sul matrimonio. Prima parte

Chi non ha mai sentito l’adagio di Venere o di Marte non si sposa e non si parte?
Alzi la mano chi non ha mai detto o pensato Sposa bagnata sposa fortunata?

Essendo un momento, personale e sociale, cruciale, il matrimonio, in ogni parte del mondo è fortemente intriso di rituali, formule, regole non dette, curiosità e – perché no? – anche di mera e semplice superstizione.

Ci si potrebbero scrivere saggi interi su questi rituali, ma non è questo lo spazio né il tempo adatto per una impresa che, a prima vista, pare non meno che titanica.

Con questo post noi di abitidasposablog vogliamo fornire una rapida, ed inesautivissima, panoramica su alcuni luoghi comuni legati al mondo dei matrimoni e degli sposini.

Tenetevi forte perché, ne sono sicuro, ne leggerete delle belle.

Alors, dunque, accingiamoci al cimento.

Cominciamo dai mesi:

  • Gennaio: è considerato un mese propizio, portatore di affetto, gentilezza e fedeltà. Poca gente, tuttavia, si sposa in questo mese per via del clima
  • Febbraio: epoca degli amori a degli accoppiamenti è il mese migliore per prendere la fatale decisione, ricordiamo che il Carnevale e San Valentino erano festività orgiastiche e dionisiache
  • Marzo: promette sia gioia che pene (e non mi riferisco al membro)
  • Aprile: invece soltanto gioia (qui il membro c’entra)
  • Maggio: non va scelto per nessuna ragione (“la sposa maiulina nun si godi la curtina”), si dice perché è il mese della Madonna. Dalle mie parti c’è anche il detto che a Maggio no perché gli asini gli ragliano dietro e quando la fidanzata si gira si trova l’asino che raglia.
    C’è anche un’altra leggenda, più nera: secondo una leggenda uno degli sposini di Maggio morirà presto!
  • Giugno: gli sposi di Giugno viaggeranno molto, per terra a per mare, è un mese propizio in quanto dedicato a Giunone, la dea che protegge l’amore e le nozze. Verrebbe da aggiungere però che Giunone è una cornuta di dimensioni mitologiche, dal momento che Zeus (Giove) usava accoppiarsi con cigni, ninfe, satiri..e pietre!
  • Luglio: attenti a non fare troppa fatica nella propria professione ed a trovare la giusta opportunità tra gli annunci di lavoro, indispensabili per guadagnarsi la vita. Come se non fosse una costante!
  • Agosto: la vita sarà ricca di cambiamenti. Cosa s’intende? Cambiamenti di partner?
  • Settembre: coprirà gli sposi di ricchezze e allegria.
  • Ottobre: porta amore, ma non soldi. Poveri e felici.
  • Novembre: porta felicità. Ecco perché c’è tanta infelicità in giro! Il motivo è una confusione! Non ci sposa nel mese migliore considerandolo invece, per via dei morti e del clima, il più infausto.
  • Dicembre: la neve di dicembre assicura alla coppia amore eterno. Mah!

Come si evince facilmente…non abbiamo capito niente dal momento che ci sposiamo a Maggio ed evitiamo Novembre !!!

Passiamo ai giorni.

  • Lunedì: è considerato recare buona salute, il giorno è dedicato alla luna, astro molto caro elle donne ed alle spose.
  • Martedì: porta ricchezza sicura, il suddetto proverbio “né di venere né di marte ci si sposa né si parte” è figlio delle vicissitudini di Venere e Marte. I due non erano marito e moglie ma amanti focosi, anzi Venere, peraltro molto promiscua, considerava Marte il miglior Stallone in circolazione! Guerra e amore, eros e tanathos. Due pulsioni molto forti, come ha ben capito chi scrive di vampiri e svampite fanciulle.
  • Mercoledì è assai propizio, porta successo commerciale essendo il mese di Mercurio/Hermes
  • Giovedì: reca alla sposa dispiaceri. Quali dispiaceri? Corna! Non dimentichiamo che è il mese del fedifrago per eccellenza: Giove/Zeus
  • Venerdì: porta disgrazia. E’ invece il giorno dell’amore passionale essendo dedicato a Venere. In Norvegia è considerato essere il giorno romantico per eccellenza.
    Altre superstizioni ritengono il venerdì infausto perché secondo la cabala ebraica trattasi del giorno in cui furono creati gli spiriti maligni.
  • Sabato: è il giorno scelto dalla maggior parte delle coppie, per ragioni pratiche: il giorno dopo è domenica. La superstizione popolare lo indica invece come il giorno più infausto! Perché? Perché è il mese dedicato a Saturno, un tipo sanguinario, ombroso. Uno da cui stare alla larga.
  • Domenica: Mica posso dirvi tutto io…ma ci sono delle cose interessanti anche sul giorno del Sole…

Lascia un Commento

Seguici su…
Cerca il tuo atelier!

clicca sulla regione per scoprire l'atelier più vicino a te!
Valle d'Aosta Piemonte Liguria Lombardia Trentino Alto Adige Veneto Friuli Venezia Giulia Emilia Romagna Toscana Umbria Lazio Marche Abruzzo Molise Campania Puglia Basilicata Calabria Sardegna Sicilia

© 2017 Abiti da sposa Blog is developed by Puntocomunicazione